Telegram & WhatsApp 3343469900 max.ulivieri@me.com

Fondi per la non autosufficienza

Written by admin

On 5 Novembre 2014

Da settimane si discute sulla nuova Legge di stabilità in cui si fa notare come i fondi per la non autosufficienza siano ridotti rispetto al passato. Guardando il testo pubblicato sul sito del Governo, si legge:

Art. 17 al punto 8:

 … lo stanziamento del Fondo per le non autosufficienze, di cui all’articolo 1, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, ivi inclusi quelli a sostegno delle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica, è incrementato di euro 250 milioni di euro a decorrere dall’anno 2015.

Qui si può scaricare il pdf completo.

Letta così c’è senz’altro da preoccuparsi. E’ però di poche ore fa un annuncio sulla propria pagina di facebook da parte di Laura Coccia (deputata del PD) che andrebbe a smentire o quantomeno variare, questo stanziamento. Sotto lo screenshort.

Laura Coccia

Sarebbero dunque 400 e non 250 i milioni destinati ai non autosufficienti. Una bella notizia, certamente da confermare nel testo ufficiale finale.

La domanda però nasce spontanea, senza polemizzare, ma la somma letta nel testo riportato sopra, chi l’aveva prevista? Chi è l’autore di quel testo? Non fa differenza all’atto finale, l’importante è che i 400 milioni ci siano ma fa differenza come modus operandi se la somma fosse variata dopo le proteste delle persone con disabilità.

Ho chiesto a Laura su questo aspetto e mi ha risposto:

Laura Coccia

Quindi il testo online non ha gli emendamenti. Il nuovo testo è in commissione.

Ho chiesto anche ad Antonino Moscatt (Deputato del PD) e questa è la conversazione sul suo account in Twitter:

twitter legge stabilità

Quindi la risposta è la stessa: è nelle commissioni il testo definitivo sarà pronto a breve. Noi siamo fiduciosi.

… io però, indomabile gatto curioso, vorrei sapere / conoscere la mano che ha scritto quella cifra di 250 milioni nel primo testo presentato.

You May Also Like…

Informare senza informarsi

Informare senza informarsi

  Buongiorno a Voi. Oggi affrontiamo il quesito del come mai le persone con disabilità facciano una gran fatica a ottenere i propri diritti. Lo Stato è assente? La cultura è arretrata? C’è la Chiesa? Mancano i fondi? Il menefreghismo? Probabilmente un cocktail di...

Becco e bastonato

Becco e bastonato

BECCO E BASTONATO. Un modo di dire spesso usato nella mia Toscana è “mi sento becco e bastonato”. Il significato è semplice: ho già un problema e mi capita una situazione che accentua, quasi sarcasticamente, il problema principale. In questo caso il problema è il...

Il casting del disabile che fa tenerezza

Il casting del disabile che fa tenerezza

Ieri l'amico fedele Maurizio Nada mi invia in un messaggio privato in Facebook l'annuncio di un casting per una mini serie sulla RAI. Il motivo è che nel cast cercavano una persona disabile. Fin qui nulla di cui lamentarsi. Anzi, ce ne fossero di più di possibilità di...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.